Linoleografia – Incisione della matrice.

Linoleografia, cenni generali.

Il termine “linoleografia” deriva dal nome del supporto (linoleum) e dal greco “grapho” (scrivere).

È una tecnica di stampa artistica diretta , su carta o tessuto mediante l’uso di una matrice ricavata per incisione di una lastra di linoleum.

Linoleografia, facile ed economica

esempio di stampa linoleografica.
Venice, squero in the Corte dei Muti di Francesco Valma*

La linoleografia è più facile ed è molto più economica rispetto ad altre forme di stampa diretta come la serigrafia o la xilografia, infatti viene usata spesso a livello didattico nelle scuole.

Proprio per questo è considerata, ingiustamente, un’arte minore.

Eppure, ne converrete dall’immagine qui a fianco, quello che conta non è tanto l’investimento economico né la difficoltà per realizzarla,  ma il soggetto grafico che si stampa.

Qui di seguito, intendo spiegare, il procedimento pratico secondo la mia esperienza con i miei calligrammi di Turin mi ‘t Veuj Bin!

1.Progettazione del disegno per la linoleografia

Il fatto di dover incidere un disegno per poi usare la matrice incisa per stampare impone dei limiti e degli accorgimenti che vi permetteranno di realizzare una stampa perfetta e nitida e che vanno calcolati sin dalla progettazione del disegno.

  •  La dimensione complessiva 
    Linoleografia - Grandezza complessiva vs particolariCon il linoleum non si possono realizzare matrici troppo piccole e con troppi particolari a meno che non si  tratti di forme molto semplici.  Il rischio sta tutto nella propria abilità nell’incidere, ovviamente, più  farete pratica più sarete in grado di realizzare matrici dettagliate.
  • Attenzione ai Pieni e i Vuoti.
    Linoleografia - spessore minimo dei vuotiMentre i primi saranno le parti non incise della lastra e ricoperti di inchiostro e produrranno la stampa. I vuoti, che non vengono stampati devono essere sufficentemente  larghi per evitare che si riempiano di inchiostro scomparendo, di fatto, in fase di stampa.
    La larghezza minima (sia in altezza che in larghezza) dei vuoti non deve scendere al di sotto dei 0,025 cm ovvero due millimetri e mezzo. Anche perché in commercio non esistono sgorbie così fini da permettervi di incidere al di sotto di questa dimensione (a meno che non utilizziate un punteruolo appuntito).
2.Preparazione della lastra per la matrice

Entriamo qui nel vivo della Linoleografia, l’incisione della matrice! Se avete seguito i consigli precedenti in merito alla progettazione del disegno potete cominciare a divertirvi adottando i seguenti accorgimenti:

  • Invertite il disegno! 
    Linoleografia - fotocopie da ricalcoSe il disegno che volete incidere e stampare prevede un verso di lettura – come nel caso della foto_ ricordatevi di invertirlo sull’asse verticale altrimenti le scritte verranno al contrario.
    Potete fare delle fotocopie invertite (o ribaltarlo al pc) oppure potete usare la carta da lucido, voltando il foglio, quando vi apprestate a tracciare il disegno sul linoleum.
  • Ricalco del disegno
    Linoleografia - I motivi montati sulla lastra di linoleumSi usa la comune carta copiativa (o carta carbone) che è ancora in vendita, a quanto pare) che incollerete sul retro del vostro foglio col disegno.
    Fissate il foglio sulla lastra con del nastro adesivo.Linoleografia: lastra di linoleum tracciataAppoggiandovi ad un piano solido cominciate a ricalcare sistematicamente il disegno con una penna a sfera rossa (così sarà evidente cosa avete già ricalcato) e premendo abbastanza ma non troppo (la pressione può tagliare il foglio) . Rimuovete il foglio e tagliate con un cutter, tutto intorno lasciando circa  7 millimetri di abbondanza intorno.
  • NOTA BENE: il linoleum in virtù della sua composizione reagisce alla temperatura ovvero sia che col caldo diventa più morbido e facile da intagliare mentre col freddo assume la consistenza del legno.  Quindi amate il linoleum tanto quanto voi stessi e d’inverno tenetelo e lavoratelo (compreso il tagliare) al calduccio!
3.  Incisione della matrice
  • La sgorbia per l’incisione del linoleum.
    Linoleografia: set sgorbie per linoleumPer intagliare il linoleum si utilizza uno strumento chiamato sgorbia o taglierino per linoleum.  Le sgorbie per linoleum si vendono con un set di punte interscambili e un manico.
    Comprate esclusivamente le sgorbie per linoleum e non altri materiali, per esempio per l’adigraf. Queste ultime hanno il lato della lama affilato esternamente mentre quelle per il linoleum hanno l’affilatura interna. Diversamente farete non poca fatica ad incidere e rischierete di fare errori e gli errori nell’incisione non si possono rimediare.
  • Uso della sgorbia
    Linoleografia_incisione della matriceLa sgorbia è uno strumento che taglia e va usata rivolgendo la parte tagliente lontano da se mentre effettuate l’incisione.
    Si lavora la matrice appoggiata ad una tavoletta per poterla ruotare a piacimento in base alle curve o il verso delle linee del disegno.
  • Fasi di incisione
    Si comincia incidendo con la sgorbia a V piccola i contorni del disegno.
    Intagliando, poi, con una sgorbia più grande e ad U gli spazi vuoti più grandi.
    Infine approfondendo gli spazi vuoti con le varie sgorbie fino ad intravedere la rete di juta che fa da supporto.

Nel prossimo post affronterò la parte dell’uso della matrice per stampare su tessuto.


*Crediti e origine immagine “Venice, squero in the Corte dei Muti” di Francesco Valma: Wikimedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *